Misure di sostegno finanziario e di supporto alla liquidità delle imprese per fronteggiare l'emergenza "coronavirus" (COVID-19)

Gentili Clienti vi segnaliamo che nel c.d.Decreto "Cura Italia"(D.L. n. 18 del 17 marzo 2020), il Governo italiano, per fronteggiare il diffondersi del c.d. Coronavirus (COVID-19), epidemia formalmente riconosciuta come evento eccezionale e di grave turbamento dell'economia, ha previsto misure per il sostegno finanziario alle PMI e per il supporto alla liquidità delle imprese.

Moratoria ex lege: limiti alla revoca di affidamenti e sospensioni mutui(art. 56 - DL 17/03/2020, n.18)

  • Non possono essere revocati, fino al 30 settembre 2020, neanche per la parte non ancora utilizzata, le aperture di credito a revoca e quelle accordate a fronte di anticipisu crediti (es. Fidi di cassa, Anticipo fatture/Ri.Ba/Export/Contratti, Factoring);
  •  
  • Viene sospeso, fino al 30 settembre 2020,il pagamento delle rate di finanziamenti(anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie) e dei canonidi leasing; il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione viene dilazionato, unitamente agli elementi accessori e senza alcuna formalità, secondo modalità che assicurino l'assenzadi nuovi o maggiori oneri per entrambe le parti; è facoltà delle imprese richiedere di sospendere soltanto i rimborsi in conto capitale

Potenziamento del fondo di garanzia per le PMI (Art. 49 - D.L. 17/3 2020, n. 18)
Alle PMI, con sede in Italia, la garanzia del Fondodi garanzia, per 9 mesi (dal 17 marzo 2020 al 17 dicembre 2020), è concessa gratuitamente, entro l'importo massimo garantito innalzato da 2,5 a 5 milioni di euro per impresa

Supporto di Cassa Depositi e Prestiti alla liquidità delle imprese (art. 57 - D.L. 17/03/2020, n. 18)

Le banche potranno erogare più agevolmente finanziamenti alle imprese, anche PMI,che hanno sofferto una riduzione del fatturato a causa della citataemergenza, con il supporto di: 

  • Cassa depositi e prestiti S.p.A. (CDP), tramite specificistrumenti quali plafond di provvista e/o garanzie di portafoglio, anche di prima perdita, rispetto alle esposizioni assunte dalle banche stesse;
  •  
  • Dello Stato, tramite la concessione di "controgaranzie" fino ad un massimo dell'80% delle esposizioni assunte da CDP e a condizioni di mercato.

Moratoria dei finanziamenti di cui all'Addendum 2020 all'"Accordo per il credito 2019" ABI - Associazioni di rappresentanza delle imprese.

Ferme restando le condizioni originariamente previste per L'Accordo per il Credito 2019, è estesa la possibilità di chiedere, con riferimento alle linee di credito in essereal 31 gennaio 2020 la sospensione dei finanziamenti per un periodo massimo di 12 mesi, applicabile ai finanziamenti a mediolungo termine, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie e alle operazionidi leasing (in questo secondo caso, la sospensioneriguarda la quota capitale implicita dei canoni leasing)

 

Per qualsiasi informazione aggiuntiva siamo a disposizione

ba1b7eb9b8ad142948e3b9dce300b4c6_XL.jpg
Pubblicato il: 26 marzo 2020